Le comunità socio sanitarie presenti presso l’Istituto S. Antonio sono 3:
– CSS S. Antonio
– CSS Sacro cuore
– CSS Madonna della Divina Provvidenza

Il Servizio è aperto 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.
Ogni CSS può accogliere al massimo 10 ospiti (uomini).

CSS S.ANTONIO

LA COMUNITÀ SOCIO SANITARIA:

La Comunità alloggio Socio Sanitaria (CSS) “S. Antonio” dell’Istituto Sant’Antonio – Opera Don Guanella si trova in
Via Don Guanella n. 1
23893 Cassago Brianza (Lecco)
Tel. 039 9211191 Fax. 039 9211942
e-mail: cassago.ca@guanelliani.it

Il Servizio è aperto 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 .
La CSS può accogliere al massimo 10 ospiti (uomini). Tutti i posti sono abilitati all’esercizio, accreditati e a contratto.

a. A CHI SI RIVOLGE?

La CSS accoglie persone adulte (fino ai 65 anni) con disabilità medio grave, prevalentemente psichica, prive di sostegno familiare e viene scelta dall’utente come sua dimora abituale.

b. GESTIONE LISTE D’ATTESA/MODALITÀ D’ACCESSO/PRESA IN CARICO/DIMISSIONE

Gestione liste d’attesa e modalità d’accesso:
• La domanda di inserimento può essere presentata dai genitori, o dal tutore o dall’amministratore di sostegno, o dai Servizi Sociali del Comune di residenza alla Direzione.
• La domanda viene registrata, dal Coordinatore Generale, su apposito modulo con la data di presentazione.
• La domanda viene vagliata dalla Direzione e dal Coordinatore Generale per una prima valutazione che deve stabilire se ci sono le condizioni minime per l’eventuale accoglimento in base al target d’accoglienza della CSS dell’Istituto S. Antonio.
• Se la domanda ha i requisiti minimi, si procede alla seconda fase di raccolta di alcuni dati attraverso la compilazione della seguente modulistica: domanda di ammissione, relazione sanitaria e relazione sociale. Successivamente si avvia la procedura di avvicinamento all’Ospite, per una valutazione definitiva. La Direzione può chiedere di conoscere l’Ospite nella realtà in cui vive (famiglia o centro nel quale è inserito); successivamente si invitano i famigliari e il possibile Ospiti ad un incontro presso il nostro Servizio.
• Al termine di questo percorso la Direzione fornirà un parere definitivo in merito alla richiesta di inserimento.
• In mancanza di posti disponibili l’inserimento sarà possibile solo in caso di dimissioni di un altro Ospite, rispettando come criterio di preferenza l’ordine temporale di arrivo della domanda.

Sono possibili visite guidate all’Udo, previo appuntamento da fissare con il Coordinatore delle CSS (telefonando al numero 039.9211328). La visita guidata sarà svolta alla presenza del Coordinatore o dell’aiuto-Coordinatore.

Presa in carico:
Dopo essere stati concordati i tempi e i modi di accesso alla CSS si procederà all’inserimento del nuovo Ospite e dopo un mese dal suo ingresso si predisporrà il Piano Educativo Individualizzato (PEI).

Dimissioni:
La direzione dell’Istituto Sant’Antonio, dopo gli opportuni tentativi di gestione alternativa e di soluzione dei problemi, si riserva la possibilità di dimettere l’ospite in caso di:

1. esplicita richiesta da parte dei Servizi Sociali territoriali di riferimento.
2. a seguito di incompatibilità con il modello socio-assistenziale istituito nella Comunità Socio Sanitaria prima della scadenza del periodo di prova.
3. Seri problemi di convivenza e di rapporti con l’ospite o i suoi famigliari, incompatibili con una normale vita di comunità.
4. Mancato pagamento della retta, in mancanza di accordi presi con la Direzione dell’Istituto.

In caso di dimissioni il Coordinatore Generale attiverà la predisposizione di una relazione aggiornata in merito all’Ospite in dimissione per assicurare la continuità delle cure. Nel caso di comunicazione immediata delle dimissioni da parte della famiglia, la CSS avrà un tempo congruo (15 giorni) per la predisposizione della relazione aggiornata.

DOCUMENTI RICHIESTI ALL’INGRESSO DELLA CSS
La documentazione necessaria all’ingresso della CSS del nuovo ospite è la seguente:
Certificato di nascita; certificato di residenza e Stato di famiglia (in alternativa è possibile effettuare autocertificazione).
Originale della carta d’identità, della tessera sanitaria, dell’esenzione ticket, del codice fiscale e della dichiarazione dell’accertamento di invalidità.
Certificato di vaccinazione.
Certificato del medico di medicina generale (medico curante) riportante eventuali allergie a farmaci e le eventuali terapie farmacologiche assunte.
Certificato del medico di medicina generale indicante eventuali allergie o intolleranze alimentari.
Copia dei referti diagnostici di visite specialistiche e di accertamenti effettuati durante l’arco di vita del nuovo ospite.
Certificato di battesimo e di Cresima (qualora fossero Cattolici)

A tutela della privacy, tutta la documentazione è conservata in una cartella individuale per ciascun ospite, conservata in un luogo idoneo, accessibile solo al personale autorizzato della CSS.

IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO O PEI
Per ogni ospite il Servizio realizza, durante le riunioni d’equipe, una progettazione educativa individualizzata e interventi personalizzati, curando i rapporti con gli specialisti, aggiornando periodicamente la documentazione educativa.
In particolare per ogni persona accolta viene stilato un PEI che viene aggiornato annualmente. L’attuazione del PEI avviene attraverso proposte che pongono l’attenzione alla soggettività dell’ospite, ai suoi bisogni, ai suoi desideri, alle sue problematiche e al contesto in cui vive.

c. GLI OPERATORI

Presso la CSS “S. Antonio” operano diverse figure professionali che concorrono, secondo le proprie competenze, al funzionamento della Comunità.

L’equipe è composta da:
1 Direttore
1 Religioso collaboratore
1Coordinatore Generale;
1 Aiuto-Coordinatore (educatore)
Educatori professionali;
Operatori Socio Sanitari (OSS) o Ausiliari Socio Assistenziali (ASA).

Inoltre l’equipe ha la possibilità di avvalersi della consulenza periodica di un Supervisore esterno (Pedagogista).
Per le attività risulta importante anche l’aiuto offerto dai volontari.

LA PROGRAMMAZIONE D’EQUIPE
La programmazione delle attività e dei PEI è annuale e viene fatta da un’equipe educativa composta dal Direttore, dal Religioso collaboratore, dal Coordinatore Generale, dall’aiuto-coordinatore, dagli educatori, dall’ASA.
Al fine di garantire la qualità degli interventi e delle prestazioni erogate dalla CSS, l’equipe, oltre alla programmazione annuale fatta solitamente ad inizio anno sociale, riserva alcune ore settimanali alla programmazione delle attività e alla programmazione educativa attraverso incontri di gruppo.
Sono inoltre previsti momenti di verifica durante l’anno sociale e al suo termine.

MODALITÀ DI RICONOSCIMENTO
Al fine di garantire e tutelare gli ospiti della Comunità e consentire un immediato riconoscimento del personale che in esso svolgono la propria attività lavorativa, tutti gli operatori in servizio sono muniti di tesserino di riconoscimento riportante:
 foto tessera;
 cognome e nome;
 qualifica professionale.

 

d. I SERVIZI ALLA PERSONA

IL SERVIZIO EDUCATIVO
La CSS durante l’arco della settimana, oltre alle consuete attività occupazionali di giardinaggio, cura dell’orto e degli animali da cortile, propone altre attività educative e formative attraverso proposte di laboratorio: falegnameria, hobbistica, cucina, cera artistica. Tali attività sono gestite in collaborazione tra gli educatori e l’ASA.

Inoltre è prevista l’attività di palestra che si svolge in struttura esterna alla comunità.
Momento privilegiato per i nostri Ospiti è rappresentato dalla proposta di animazione spirituale (catechesi e celebrazione eucaristica) in linea con le finalità proprie dell’Opera don Guanella.

IL SERVIZIO RICREATIVO
Oltre ai laboratori programmati la Comunità propone agli ospiti altre attività importanti utili per favorire un’integrazione degli ospiti nella società. Il servizio ricreativo prevede: gite, visite guidate, parchi giochi, frequentazione del bar del paese, collaborazione con la Parrocchia di Rovagnate e dalla parrocchie limitrofe.

IL SERVIZIO ASSISTENZIALE
Il servizio è garantito dall’ASA che assicura il maggior benessere possibile ad ogni ospite attraverso aspetti legati alla cura dell’ambiente e dall’igiene personale.

IL SERVIZIO PSICOLOGICO
È garantito dal Coordinatore Generale che, in qualità di psicologo-psicoterapeuta, offre la possibilità di colloqui personali, di eventuali indagini psicodiagnostiche, di sostegno alla famiglia.
È prevista la collaborazione con una psichiatra del Territorio per quanto riguarda l’eventuale terapia farmacologica.

e. LA STRUTTURA

La struttura della CSS si sviluppa in una palazzina a sé stante dell’Istituto Sant’Antonio. Al suo interno sono presenti:
2 laboratori;
1 spazio comune per il relax e la socializzazione libera degli ospiti;
1 cucina;
1 sala da pranzo;
Servizi igienici protetti;
6 camere da letto.

Inoltre intorno alla struttura è presente molto spazio verde che gli ospiti possono utilizzare nel tempo libero.

La Struttura è comodamente raggiungibile attraverso i mezzi pubblici:
• Sulla direttrice Como – Bergamo dal servizio autotrasporti ASF (C46, C45 e C 47)
• Sulla direttrice Cassago – Milano (Porta Garibaldi) da Trenord (la stazione ferroviaria è a 5 minuti a piedi dall’Istituto.

Per le attività che si svolgono all’esterno dell’Istituto è previsto l’utilizzo dei mezzi propri della Casa (pulmini e auto).

f. I RAPPORTI CON LA FAMIGLIA

Durante l’anno sociale sono previsti momenti di verifica che coinvolgono non solo gli operatori ma anche i genitori/tutori degli ospiti. Con questi si programmano colloqui individuali e si richiede la compilazione di un questionario.
I rapporti sono tenuti prevalentemente dall’aiuto-coordinatore delle CSS e/o dal Direttore.

CSS SACRO CUORE

LA COMUNITÀ SOCIO SANITARIA:

La Comunità alloggio Socio Sanitaria (CSS) “Sacro Cuore” dell’Istituto Sant’Antonio – Opera Don Guanella si trova in
Via Don Guanella n. 1
23893 Cassago Brianza (Lecco)
Tel. 039 9211191 Fax. 039 9211942
e-mail: cassago.ca@guanelliani.it

Il Servizio è aperto 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 .
La CSS può accogliere al massimo 10 ospiti (uomini). Tutti i posti sono abilitati all’esercizio, accreditati e a contratto.

a. A CHI SI RIVOLGE?

La CSS accoglie persone adulte (fino ai 65 anni) con disabilità medio grave, prevalentemente psichica, prive di sostegno familiare e viene scelta dall’utente come sua dimora abituale.

b. GESTIONE LISTE D’ATTESA/MODALITÀ D’ACCESSO/PRESA IN CARICO/DIMISSIONE

Gestione liste d’attesa e modalità d’accesso:
• La domanda di inserimento può essere presentata dai genitori, o dal tutore o dall’amministratore di sostegno, o dai Servizi Sociali del Comune di residenza alla Direzione.
• La domanda viene registrata, dal Coordinatore Generale, su apposito modulo con la data di presentazione.
• La domanda viene vagliata dalla Direzione e dal Coordinatore Generale per una prima valutazione che deve stabilire se ci sono le condizioni minime per l’eventuale accoglimento in base al target d’accoglienza della CSS dell’Istituto S. Antonio.
• Se la domanda ha i requisiti minimi, si procede alla seconda fase di raccolta di alcuni dati attraverso la compilazione della seguente modulistica: domanda di ammissione, relazione sanitaria e relazione sociale. Successivamente si avvia la procedura di avvicinamento all’Ospite, per una valutazione definitiva. La Direzione può chiedere di conoscere l’Ospite nella realtà in cui vive (famiglia o centro nel quale è inserito); successivamente si invitano i famigliari e il possibile Ospiti ad un incontro presso il nostro Servizio.
• Al termine di questo percorso la Direzione fornirà un parere definitivo in merito alla richiesta di inserimento.
• In mancanza di posti disponibili l’inserimento sarà possibile solo in caso di dimissioni di un altro Ospite, rispettando come criterio di preferenza l’ordine temporale di arrivo della domanda.

Sono possibili visite guidate all’Udo, previo appuntamento da fissare con il Coordinatore delle CSS (telefonando al numero 039.9211328). La visita guidata sarà svolta alla presenza del Coordinatore o dell’aiuto-Coordinatore.

Presa in carico:
Dopo essere stati concordati i tempi e i modi di accesso alla CSS si procederà all’inserimento del nuovo Ospite e dopo un mese dal suo ingresso si predisporrà il Piano Educativo Individualizzato (PEI).

Dimissioni:
La direzione dell’Istituto Sant’Antonio, dopo gli opportuni tentativi di gestione alternativa e di soluzione dei problemi, si riserva la possibilità di dimettere l’ospite in caso di:

1. esplicita richiesta da parte dei Servizi Sociali territoriali di riferimento.
2. a seguito di incompatibilità con il modello socio-assistenziale istituito nella Comunità Socio Sanitaria prima della scadenza del periodo di prova.
3. Seri problemi di convivenza e di rapporti con l’ospite o i suoi famigliari, incompatibili con una normale vita di comunità.
4. Mancato pagamento della retta, in mancanza di accordi presi con la Direzione dell’Istituto.

In caso di dimissioni il Coordinatore Generale attiverà la predisposizione di una relazione aggiornata in merito all’Ospite in dimissione per assicurare la continuità delle cure. Nel caso di comunicazione immediata delle dimissioni da parte della famiglia, la CSS avrà un tempo congruo (15 giorni) per la predisposizione della relazione aggiornata.

DOCUMENTI RICHIESTI ALL’INGRESSO DELLA CSS
La documentazione necessaria all’ingresso della CSS del nuovo ospite è la seguente:
Certificato di nascita; certificato di residenza e Stato di famiglia (in alternativa è possibile effettuare autocertificazione).
Originale della carta d’identità, della tessera sanitaria, dell’esenzione ticket, del codice fiscale e della dichiarazione dell’accertamento di invalidità.
Certificato di vaccinazione.
Certificato del medico di medicina generale (medico curante) riportante eventuali allergie a farmaci e le eventuali terapie farmacologiche assunte.
Certificato del medico di medicina generale indicante eventuali allergie o intolleranze alimentari.
Copia dei referti diagnostici di visite specialistiche e di accertamenti effettuati durante l’arco di vita del nuovo ospite.
Certificato di battesimo e di Cresima (qualora fossero Cattolici)

A tutela della privacy, tutta la documentazione è conservata in una cartella individuale per ciascun ospite, conservata in un luogo idoneo, accessibile solo al personale autorizzato della CSS.

IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO O PEI
Per ogni ospite il Servizio realizza, durante le riunioni d’equipe, una progettazione educativa individualizzata e interventi personalizzati, curando i rapporti con gli specialisti, aggiornando periodicamente la documentazione educativa.
In particolare per ogni persona accolta viene stilato un PEI che viene aggiornato annualmente. L’attuazione del PEI avviene attraverso proposte che pongono l’attenzione alla soggettività dell’ospite, ai suoi bisogni, ai suoi desideri, alle sue problematiche e al contesto in cui vive.

c. GLI OPERATORI

Presso la CSS “Sacro Cuore” operano diverse figure professionali che concorrono, secondo le proprie competenze, al funzionamento della Comunità.

L’equipe è composta da:
1 Direttore
1 Religioso collaboratore
1Coordinatore Generale;
1 Aiuto-Coordinatore (educatore)
Educatori professionali;
Operatori Socio Sanitari (OSS) o Ausiliari Socio Assistenziali (ASA).

Inoltre l’equipe ha la possibilità di avvalersi della consulenza periodica di un Supervisore esterno (Pedagogista).
Per le attività risulta importante anche l’aiuto offerto dai volontari.

LA PROGRAMMAZIONE D’EQUIPE
La programmazione delle attività e dei PEI è annuale e viene fatta da un’equipe educativa composta dal Direttore, dal Religioso collaboratore, dal Coordinatore Generale, dall’aiuto-coordinatore, dagli educatori, dall’ASA.
Al fine di garantire la qualità degli interventi e delle prestazioni erogate dalla CSS, l’equipe, oltre alla programmazione annuale fatta solitamente ad inizio anno sociale, riserva alcune ore settimanali alla programmazione delle attività e alla programmazione educativa attraverso incontri di gruppo.
Sono inoltre previsti momenti di verifica durante l’anno sociale e al suo termine.

MODALITÀ DI RICONOSCIMENTO
Al fine di garantire e tutelare gli ospiti della Comunità e consentire un immediato riconoscimento del personale che in esso svolgono la propria attività lavorativa, tutti gli operatori in servizio sono muniti di tesserino di riconoscimento riportante:
 foto tessera;
 cognome e nome;
 qualifica professionale.

d. I SERVIZI ALLA PERSONA

IL SERVIZIO EDUCATIVO
La CSS durante l’arco della settimana, oltre alle consuete attività occupazionali di giardinaggio, cura dell’orto e degli animali da cortile, propone altre attività educative e formative attraverso proposte di laboratorio: falegnameria, hobbistica, cucina, cera artistica. Tali attività sono gestite in collaborazione tra gli educatori e l’ASA.

Inoltre è prevista l’attività di palestra che si svolge in struttura esterna alla comunità.
Momento privilegiato per i nostri Ospiti è rappresentato dalla proposta di animazione spirituale (catechesi e celebrazione eucaristica) in linea con le finalità proprie dell’Opera don Guanella.

IL SERVIZIO RICREATIVO
Oltre ai laboratori programmati la Comunità propone agli ospiti altre attività importanti utili per favorire un’integrazione degli ospiti nella società. Il servizio ricreativo prevede: gite, visite guidate, parchi giochi, frequentazione del bar del paese, collaborazione con la Parrocchia di Rovagnate e dalla parrocchie limitrofe.

IL SERVIZIO ASSISTENZIALE
Il servizio è garantito dall’ASA che assicura il maggior benessere possibile ad ogni ospite attraverso aspetti legati alla cura dell’ambiente e dall’igiene personale.

IL SERVIZIO PSICOLOGICO
È garantito dal Coordinatore Generale che, in qualità di psicologo-psicoterapeuta, offre la possibilità di colloqui personali, di eventuali indagini psicodiagnostiche, di sostegno alla famiglia.
È prevista la collaborazione con una psichiatra del Territorio per quanto riguarda l’eventuale terapia farmacologica.

e. LA STRUTTURA

La struttura della CSS si sviluppa in una palazzina a sé stante dell’Istituto Sant’Antonio. Al suo interno sono presenti:
2 laboratori;
1 spazio comune per il relax e la socializzazione libera degli ospiti;
1 cucina;
1 sala da pranzo;
Servizi igienici protetti;
6 camere da letto.

Inoltre intorno alla struttura è presente molto spazio verde che gli ospiti possono utilizzare nel tempo libero.

La Struttura è comodamente raggiungibile attraverso i mezzi pubblici:
• Sulla direttrice Como – Bergamo dal servizio autotrasporti ASF (C46, C45 e C 47)
• Sulla direttrice Cassago – Milano (Porta Garibaldi) da Trenord (la stazione ferroviaria è a 5 minuti a piedi dall’Istituto.

Per le attività che si svolgono all’esterno dell’Istituto è previsto l’utilizzo dei mezzi propri della Casa (pulmini e auto).

f. I RAPPORTI CON LA FAMIGLIA

Durante l’anno sociale sono previsti momenti di verifica che coinvolgono non solo gli operatori ma anche i genitori/tutori degli ospiti. Con questi si programmano colloqui individuali e si richiede la compilazione di un questionario.
I rapporti sono tenuti prevalentemente dall’aiuto-coordinatore delle CSS e/o dal Direttore.

CSS MADONNA DELLA DIVINA PROVVIDENZA

LA COMUNITÀ SOCIO SANITARIA:

La Comunità alloggio Socio Sanitaria (CSS) “Madonna Divina Provvidenza” dell’Istituto Sant’Antonio – Opera Don Guanella si trova in
Via Don Guanella n. 1
23893 Cassago Brianza (Lecco)
Tel. 039 9211191 Fax. 039 9211942
e-mail: cassago.ca@guanelliani.it

Il Servizio è aperto 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 .
La CSS può accogliere al massimo 10 ospiti (uomini). Tutti i posti sono abilitati all’esercizio, accreditati e a contratto.

a. A CHI SI RIVOLGE?

La CSS accoglie persone adulte (fino ai 65 anni) con disabilità medio grave, prevalentemente psichica, prive di sostegno familiare e viene scelta dall’utente come sua dimora abituale.

b. GESTIONE LISTE D’ATTESA/MODALITÀ D’ACCESSO/PRESA IN CARICO/DIMISSIONE

Gestione liste d’attesa e modalità d’accesso:
• La domanda di inserimento può essere presentata dai genitori, o dal tutore o dall’amministratore di sostegno, o dai Servizi Sociali del Comune di residenza alla Direzione.
• La domanda viene registrata, dal Coordinatore Generale, su apposito modulo con la data di presentazione.
• La domanda viene vagliata dalla Direzione e dal Coordinatore Generale per una prima valutazione che deve stabilire se ci sono le condizioni minime per l’eventuale accoglimento in base al target d’accoglienza della CSS dell’Istituto S. Antonio.
• Se la domanda ha i requisiti minimi, si procede alla seconda fase di raccolta di alcuni dati attraverso la compilazione della seguente modulistica: domanda di ammissione, relazione sanitaria e relazione sociale. Successivamente si avvia la procedura di avvicinamento all’Ospite, per una valutazione definitiva. La Direzione può chiedere di conoscere l’Ospite nella realtà in cui vive (famiglia o centro nel quale è inserito); successivamente si invitano i famigliari e il possibile Ospiti ad un incontro presso il nostro Servizio.
• Al termine di questo percorso la Direzione fornirà un parere definitivo in merito alla richiesta di inserimento.
• In mancanza di posti disponibili l’inserimento sarà possibile solo in caso di dimissioni di un altro Ospite, rispettando come criterio di preferenza l’ordine temporale di arrivo della domanda.

Sono possibili visite guidate all’Udo, previo appuntamento da fissare con il Coordinatore delle CSS (telefonando al numero 039.9211328). La visita guidata sarà svolta alla presenza del Coordinatore o dell’aiuto-Coordinatore.

Presa in carico:
Dopo essere stati concordati i tempi e i modi di accesso alla CSS si procederà all’inserimento del nuovo Ospite e dopo un mese dal suo ingresso si predisporrà il Piano Educativo Individualizzato (PEI).

Dimissioni:
La direzione dell’Istituto Sant’Antonio, dopo gli opportuni tentativi di gestione alternativa e di soluzione dei problemi, si riserva la possibilità di dimettere l’ospite in caso di:

1. esplicita richiesta da parte dei Servizi Sociali territoriali di riferimento.
2. a seguito di incompatibilità con il modello socio-assistenziale istituito nella Comunità Socio Sanitaria prima della scadenza del periodo di prova.
3. Seri problemi di convivenza e di rapporti con l’ospite o i suoi famigliari, incompatibili con una normale vita di comunità.
4. Mancato pagamento della retta, in mancanza di accordi presi con la Direzione dell’Istituto.

In caso di dimissioni il Coordinatore Generale attiverà la predisposizione di una relazione aggiornata in merito all’Ospite in dimissione per assicurare la continuità delle cure. Nel caso di comunicazione immediata delle dimissioni da parte della famiglia, la CSS avrà un tempo congruo (15 giorni) per la predisposizione della relazione aggiornata.

DOCUMENTI RICHIESTI ALL’INGRESSO DELLA CSS
La documentazione necessaria all’ingresso della CSS del nuovo ospite è la seguente:
Certificato di nascita; certificato di residenza e Stato di famiglia (in alternativa è possibile effettuare autocertificazione).
Originale della carta d’identità, della tessera sanitaria, dell’esenzione ticket, del codice fiscale e della dichiarazione dell’accertamento di invalidità.
Certificato di vaccinazione.
Certificato del medico di medicina generale (medico curante) riportante eventuali allergie a farmaci e le eventuali terapie farmacologiche assunte.
Certificato del medico di medicina generale indicante eventuali allergie o intolleranze alimentari.
Copia dei referti diagnostici di visite specialistiche e di accertamenti effettuati durante l’arco di vita del nuovo ospite.
Certificato di battesimo e di Cresima (qualora fossero Cattolici)

A tutela della privacy, tutta la documentazione è conservata in una cartella individuale per ciascun ospite, conservata in un luogo idoneo, accessibile solo al personale autorizzato della CSS.

IL PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO O PEI
Per ogni ospite il Servizio realizza, durante le riunioni d’equipe, una progettazione educativa individualizzata e interventi personalizzati, curando i rapporti con gli specialisti, aggiornando periodicamente la documentazione educativa.
In particolare per ogni persona accolta viene stilato un PEI che viene aggiornato annualmente. L’attuazione del PEI avviene attraverso proposte che pongono l’attenzione alla soggettività dell’ospite, ai suoi bisogni, ai suoi desideri, alle sue problematiche e al contesto in cui vive.

c. GLI OPERATORI

Presso la CSS “Madonna Divina Provvidenza” operano diverse figure professionali che concorrono, secondo le proprie competenze, al funzionamento della Comunità.

L’equipe è composta da:
1 Direttore
1 Religioso collaboratore
1Coordinatore Generale;
1 Aiuto-Coordinatore (educatore)
Educatori professionali;
Operatori Socio Sanitari (OSS) o Ausiliari Socio Assistenziali (ASA).

Inoltre l’equipe ha la possibilità di avvalersi della consulenza periodica di un Supervisore esterno (Pedagogista).
Per le attività risulta importante anche l’aiuto offerto dai volontari.

LA PROGRAMMAZIONE D’EQUIPE
La programmazione delle attività e dei PEI è annuale e viene fatta da un’equipe educativa composta dal Direttore, dal Religioso collaboratore, dal Coordinatore Generale, dall’aiuto-coordinatore, dagli educatori, dall’ASA.
Al fine di garantire la qualità degli interventi e delle prestazioni erogate dalla CSS, l’equipe, oltre alla programmazione annuale fatta solitamente ad inizio anno sociale, riserva alcune ore settimanali alla programmazione delle attività e alla programmazione educativa attraverso incontri di gruppo.
Sono inoltre previsti momenti di verifica durante l’anno sociale e al suo termine.

MODALITÀ DI RICONOSCIMENTO
Al fine di garantire e tutelare gli ospiti della Comunità e consentire un immediato riconoscimento del personale che in esso svolgono la propria attività lavorativa, tutti gli operatori in servizio sono muniti di tesserino di riconoscimento riportante:
 foto tessera;
 cognome e nome;
 qualifica professionale.

d. I SERVIZI ALLA PERSONA

IL SERVIZIO EDUCATIVO
La CSS durante l’arco della settimana, oltre alle consuete attività occupazionali di giardinaggio, cura dell’orto e degli animali da cortile, propone altre attività educative e formative attraverso proposte di laboratorio: falegnameria, hobbistica, cucina, cera artistica. Tali attività sono gestite in collaborazione tra gli educatori e l’ASA.

Inoltre è prevista l’attività di palestra che si svolge in struttura esterna alla comunità.
Momento privilegiato per i nostri Ospiti è rappresentato dalla proposta di animazione spirituale (catechesi e celebrazione eucaristica) in linea con le finalità proprie dell’Opera don Guanella.

IL SERVIZIO RICREATIVO
Oltre ai laboratori programmati la Comunità propone agli ospiti altre attività importanti utili per favorire un’integrazione degli ospiti nella società. Il servizio ricreativo prevede: gite, visite guidate, parchi giochi, frequentazione del bar del paese, collaborazione con la Parrocchia di Rovagnate e dalla parrocchie limitrofe.

IL SERVIZIO ASSISTENZIALE
Il servizio è garantito dall’ASA che assicura il maggior benessere possibile ad ogni ospite attraverso aspetti legati alla cura dell’ambiente e dall’igiene personale.

IL SERVIZIO PSICOLOGICO
È garantito dal Coordinatore Generale che, in qualità di psicologo-psicoterapeuta, offre la possibilità di colloqui personali, di eventuali indagini psicodiagnostiche, di sostegno alla famiglia.
È prevista la collaborazione con una psichiatra del Territorio per quanto riguarda l’eventuale terapia farmacologica.

e. LA STRUTTURA

La struttura della CSS si sviluppa in una palazzina a sé stante dell’Istituto Sant’Antonio. Al suo interno sono presenti:
2 laboratori;
1 spazio comune per il relax e la socializzazione libera degli ospiti;
1 cucina;
1 sala da pranzo;
Servizi igienici protetti;
6 camere da letto.

Inoltre intorno alla struttura è presente molto spazio verde che gli ospiti possono utilizzare nel tempo libero.

La Struttura è comodamente raggiungibile attraverso i mezzi pubblici:
• Sulla direttrice Como – Bergamo dal servizio autotrasporti ASF (C46, C45 e C 47)
• Sulla direttrice Cassago – Milano (Porta Garibaldi) da Trenord (la stazione ferroviaria è a 5 minuti a piedi dall’Istituto.

Per le attività che si svolgono all’esterno dell’Istituto è previsto l’utilizzo dei mezzi propri della Casa (pulmini e auto).

f. I RAPPORTI CON LA FAMIGLIA

Durante l’anno sociale sono previsti momenti di verifica che coinvolgono non solo gli operatori ma anche i genitori/tutori degli ospiti. Con questi si programmano colloqui individuali e si richiede la compilazione di un questionario.
I rapporti sono tenuti prevalentemente dall’aiuto-coordinatore delle CSS e/o dal Direttore.