Il vincolo della carità

Il gruppo Cooperatori di Cassago, si ritrova presso l’Istituto S.Antonio per l’incontro di formazione tenuto dal Superiore della Casa Don Francesco Sposato.

Per la formazione, Don Francesco, si avvale delle schede preparate dai nostri Assistenti Religiosi Provinciali Don Angelo Gottardi e Suor Franca Vendramin col contributo del Dott. Vittore Mariani docente universitario, tecnico della Provincia.

Le schede che ci accompagnano nel susseguirsi degli incontri, sono tratte dal testo della prima Lettera di S. Paolo ai Corinzi 13, 1-7. “Il Cantico dell’Amore

Per San Luigi il vincolo di carità era al centro della sua vita, tanto è vero che i suoi sacerdoti li ha chiamati i “Servi della carità” per Lui questo era motivo di unità e la considerava la forza e l’obiettivo da raggiungere per le sue Istituzioni di carità.

Dobbiamo anche dire che all’interno di ogni singola scheda c’è sempre un inserto:

“I Testimoni   dove si ricorda e si commemora una figura guanelliana che può essere di volta in volta, un/a religioso/a o un laico che hanno vissuto in modo esemplare la carità.

I Cooperatori devono imitarli ed esserne testimoni nel loro vissuto quotidiano.

Don Francesco ci esorta poi ad assumere un impegno da esercitare per tutto il periodo che ci separa dal prossimo incontro.

Il tipo d’impegno verrà scelto liberamente da ciascuno rifacendosi a quanto propone la scheda e a quello che si è discusso e condiviso durante l’incontro.